Spostare il bambino nella propria stanza? 5 consigli utili per una transizione senza problemi

Ti starai chiedendo quando è il momento giusto per spostare il tuo bambino nella sua stanza?

Quando spostare il bambino nella propria stanza?

Molti genitori fanno dormire il loro bambino in una culla o in una culla nella loro stanza per settimane dopo la nascita, poiché il neonato si nutre così tante volte durante la notte che spesso è più facile. Inoltre, l’Accademia Americana di Pediatria raccomanda la condivisione della stanza, non del letto fino ad almeno 6 mesi di età e idealmente 1 anno di età. Questa raccomandazione è per aiutare a ridurre l’incidenza della SIDS che ha un picco intorno a 1-4 mesi di età. Personalmente penso che da 6 mesi a 1 anno sia un tempo davvero molto lungo. Ne parlo in questo articolo “quando posso spostare il mio bambino fuori dalla mia stanza” e cito un articolo di ricerca che discute come la maggior parte dei bambini di età superiore ai 4 mesi dormono meglio nella loro stanza. Non c’è un solo modo di crescere il tuo bambino, devi decidere cosa risuona e funziona per te e il tuo bambino.

Come dire se il bambino è pronto per la sua stanza?

La decisione di spostare il tuo bambino fuori dalla tua stanza è davvero più sul tuo stato d’animo piuttosto che su quando il tuo bambino è pronto. Molti genitori si sentono più a loro agio ad avere i loro bambini vicino durante la notte. Non c’è nessun segno che il tuo bambino sia “pronto” per fare la mossa, si tratta piuttosto di quando mamma e papà sono pronti.

I bambini dormono meglio nella loro stanza?

Uno studio pubblicato nel 2017 su Pediatrics, il Journal of the American Academy of Pediatrics, ha concluso che “il room-sharing all’età di 4 e 9 mesi è associato a meno sonno notturno sia a breve che a lungo termine, a un ridotto consolidamento del sonno e a pratiche di sonno non sicure precedentemente associate alla morte per sonno.” Significa che i bambini più grandi di 4 mesi avevano tratti più lunghi di sonno notturno consolidato, meno risvegli, e un aumento della quantità complessiva di sonno, dormivano più a lungo. Nella mia esperienza trovo che dopo i 4 mesi di età, quando i bambini sono più consapevoli di ciò che li circonda, quando possono vedere i loro genitori tendono a desiderarli di più rispetto a quando non possono vederli. Per i genitori che non hanno altra scelta che avere i loro bambini nella loro stanza, consiglio spesso di cercare di essere fuori dalla linea di vista dei loro bambini, ad esempio con un muro finto o una tenda.

Quando il bambino dovrebbe dormire nella propria stanza?

Toglierò il mondo “dovrebbe” dal mio vocabolario quando si tratta di bambini e sonno. Non c’è un modo giusto o sbagliato per farlo. È tutto ciò che funziona per voi e la vostra famiglia. Detto questo, se avete un bambino che è nella vostra stanza e continuate a lottare con il risveglio notturno, potrebbe essere il momento di considerare altre disposizioni di sonno come la vostra presenza può essere troppo stimolante. I bambini vogliono quello che vogliono! E a volte vedervi distrae più che aiutare, ma ogni situazione deve essere esaminata individualmente.

Hai deciso che è ora di passare il tuo bambino dalla tua stanza alla nursery. Ecco 5 consigli per facilitare la transizione.

  1. Abitua il tuo bambino a stare nella nuova stanza durante il giorno.

Inizia a giocare con il tuo bambino durante la veglia sul pavimento di quella stanza. Ti suggerisco di non usare la culla per giocare. Vorrai mandare il messaggio che la culla è per dormire piuttosto che per giocare, ma vuoi un’associazione positiva con la stanza in cui il tuo bambino dormirà.

  1. Inizia ad eseguire la tua routine dell’ora della nanna o del pisolino nella nursery, ma poi fai mettere il tuo solito nella culla o nel lettino nella tua stanza.

  1. Abitua il tuo bambino a dormire sempre più lontano da te nella tua stanza. Se la culla è proprio accanto a te, puoi spostarla di un metro durante alcune notti fino a quando non sarà il più lontano possibile da dove dormi tu. Abituate il vostro bambino a dormire più lontano da voi nel corso di 3-6 giorni.

  1. Spostate la culla nella stanza dei bambini ed eseguite la routine della nanna e del pisolino in quella stanza. Fai dormire lì il tuo bambino.
  2. Sposta il tuo bambino nella nuova culla all’ora di andare a letto quando la voglia di dormire è maggiore e continua con tutto il sonno nella culla nella stanza dei bambini da qui in poi.

Per i bambini che si addormentano relativamente facilmente e che hanno pochi risvegli notturni, questi passi non sono nemmeno necessari. Si può passare direttamente al passaggio alla culla in una notte a partire dalla messa giù.

I bambini di meno di 5 mesi non hanno ancora una grande consapevolezza del loro ambiente. Sanno quando sono in braccio e quando non lo sono. Si potrebbe probabilmente saltare al punto 5 abbastanza facilmente.

I bambini più grandi di 5 mesi possono sviluppare forti preferenze su dove vogliono dormire e sono consapevoli del loro ambiente. Questo è spesso il momento in cui vedo bambini che erano soliti allattare per dormire… iniziare a resistere e svegliarsi non appena toccano il materasso della culla. È a questi bambini che vorrete fare la transizione più lentamente seguendo i consigli di cui sopra.

Molti genitori fanno dormire il loro bambino in una culla o in una culla nella loro stanza per settimane dopo la nascita, poiché il neonato si nutre così tante volte durante la notte che spesso è più facile. Inoltre, l’Accademia Americana di Pediatria raccomanda la condivisione della stanza, non del letto fino ad almeno 6 mesi di età e idealmente 1 anno di età.

Questa raccomandazione è per aiutare a ridurre l’incidenza della SIDS che ha un picco intorno a 1-4 mesi di età. Personalmente penso che da 6 mesi a 1 anno sia un tempo davvero molto lungo. Discuto il perché in questo articolo “quando posso spostare il mio bambino fuori dalla mia stanza” e cito un articolo di ricerca che discute come la maggior parte dei bambini di età superiore ai 4 mesi dormono meglio nella loro stanza. Non c’è un solo modo di crescere il tuo bambino, devi decidere cosa risuona e funziona per te e il tuo bambino.

Stai ancora lottando con il tuo bambino per addormentarsi facilmente e rimanere addormentato? Ti stai chiedendo se il tuo bambino sta dormendo abbastanza?

Vieni a fare il mio quiz personalizzato sul sonno dove valuterò l’età del tuo bambino e le sue abitudini di sonno e scopriremo se il tuo bambino sta dormendo abbastanza per la sua età e alcuni semplici consigli per aiutarti se stai lottando per dormire di più con meno sforzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *