Riflettori contro proiettori: Qual'è la differenza? – LightUp

Abbiamo creato questa risorsa per rispondere ad alcune domande frequenti dei clienti su proiettori e spot:

  • Qual è la differenza tra un faretto e un proiettore?
  • Come posso sapere quanto sarà ampio il fascio di luce della mia lampadina da una certa distanza?

Primo, copriamo le basi:

Un faretto proietta un fascio stretto di luce, di solito non più largo di 45 gradi. Questo fascio è più concentrato e più facile da puntare e controllare.

Un proiettore può avere una diffusione del fascio fino a 120 gradi. Può illuminare una maggiore quantità di spazio con lo stesso wattaggio e l’output di lumen di un faretto.

Utilizzare faretti e proiettori:

Quando si evidenziano punti specifici come oggetti da esposizione, opere d’arte a parete, dettagli architettonici o caratteristiche del paesaggio, utilizzare un faretto.

Quando si illuminano aree più grandi come vialetti, palchi, magazzini, parcheggi, o qualsiasi altra area che ha bisogno di un’ampia e uniforme copertura luminosa, utilizzare un proiettore.

Determinare la larghezza del fascio:

Quando si pianifica uno schema di illuminazione, conoscere la larghezza del fascio di luce in gradi non è sempre utile. Sarebbe molto più facile conoscere la larghezza del fascio in piedi, da una data distanza. Per fortuna, c’è una semplice formula che può aiutarti a capirlo:

Angolo del fascio x 0,018 x distanza dalla lampadina = larghezza del fascio

Quindi, se hai un proiettore da 80 gradi e vuoi sapere quanto sarà largo il fascio da 10 piedi di distanza, basta fare i conti:

80 gradi x 0.018 x 10 piedi = 14,4 piedi di larghezza

Se hai un faretto di 30 gradi, e vuoi sapere quanto sarà largo il fascio da 15 piedi di distanza, ecco come si calcola:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *