Le donne devono essere monitorate per l’alta pressione sanguigna dopo il parto

Preeclampsia è definita come avere ipertensione e proteine elevate nelle urine durante la gravidanza.

Si verifica nel 5% delle donne incinte nei paesi sviluppati.

Gli scienziati sapevano già che le donne con questa condizione avevano maggiori probabilità di avere la pressione alta dopo il parto rispetto alle donne che hanno mantenuto una pressione sanguigna normale durante la gravidanza.

Benschop ha detto che molte donne hanno letture di pressione sanguigna normali quando sono nell’ufficio del loro medico, ma questo non significa che i loro livelli non aumentino altrove.

Il suo team ha esaminato le letture della pressione sanguigna delle donne con preeclampsia oltre gli uffici dei medici per vedere se la condizione viene trascurata.

Il suo team ha studiato 200 donne per un anno dopo le loro gravidanze, monitorando la loro pressione sanguigna durante il giorno e la notte e prendendo le letture negli uffici dei medici.

Più del 40 per cento delle donne ha avuto la pressione alta durante l’anno dopo il parto.

Più comunemente, il 17 per cento aveva ipertensione mascherata – pressione sanguigna normale nell’ufficio del medico e letture elevate fuori dall’ufficio.

Il 14 per cento aveva un’ipertensione sostenuta e il 9 per cento aveva un’ipertensione da camice bianco (letture più alte all’interno delle strutture cliniche).

I ricercatori hanno scoperto che senza monitorare le donne fuori dalle strutture cliniche, i medici avrebbero potuto non notare il 56 per cento delle donne con pressione alta.

Di quelle studiate, il 46 per cento non ha avuto una diminuzione sufficiente della pressione sanguigna dal giorno alla notte. E il 42% delle donne ha sperimentato l’ipertensione notturna, che aumenta il rischio di malattie cardiache.

“I nostri risultati suggeriscono che le donne che hanno la pressione alta durante la gravidanza dovrebbero continuare a monitorare la loro pressione sanguigna anche dopo aver partorito i loro bambini. Non è solo importante monitorare la pressione sanguigna nell’ufficio del medico, ma anche in diversi momenti del giorno e della notte, a casa”, ha detto Benschop.

Il controllo della visita a sei settimane non è sufficiente, ha aggiunto.

“Potremmo contribuire a ridurre questo rischio monitorando e trattando la pressione sanguigna direttamente dopo la gravidanza in queste donne attraverso il monitoraggio della pressione sanguigna ambulatoriale di 24 ore”, ha detto. “Le donne che conoscono i loro numeri possono prendere le misure adeguate per abbassare la loro pressione sanguigna ed evitare le conseguenze sulla salute della pressione alta più tardi nella vita.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *