La differenza tra RTO e RPO

Recovery Time Objective (RTO) e Recovery Point Objective (RPO) sono due dei componenti più importanti della vostra strategia di recupero dati. Anche se sembrano simili, sono completamente diversi. Capire la differenza tra questi due termini vi aiuterà a ottimizzare il vostro piano di continuità aziendale. Inoltre, eviterà che i tempi di inattività abbiano un impatto negativo sul vostro business.

Senza ulteriori indugi, ecco tutto quello che dovete sapere su RTO e RPO.

Che cos’è RTO?

Recovery Time Objective, o RTO, è la quantità di tempo necessaria per ripristinare i regolari processi aziendali dopo un disastro naturale o una situazione di emergenza. Definire l’RTO è essenziale – vi assicurerà di prendere le misure necessarie per far funzionare il vostro business dopo un disastro.

“è l’obiettivo temporale che fissate per il recupero delle vostre attività IT e aziendali dopo un disastro”, dice TechAdvisory.org.

Che cos’è l’RPO?

Recovery Point Objective, o RPO, è la quantità di tempo che passa che è “accettabile” per voi durante una situazione di emergenza. Dovreste definire questa quantità di tempo nel vostro piano di continuità aziendale. Se si supera questo periodo di tempo, si potrebbe mettere in pericolo il vostro business.

” si concentra sui dati e sulla tolleranza di perdita della vostra azienda in relazione ai vostri dati”, dice TechAdvisory.org. “

Perché RTO e RPO sono importanti?

Un disastro naturale o una situazione di emergenza – come un cyberattacco – porterà inevitabilmente a un downtime nella vostra azienda. Questo può avere una serie di conseguenze. Potreste non essere in grado di comunicare con i clienti, gestire le transazioni o completare i flussi di lavoro.

RTO e RPO sono due parametri che minimizzano i rischi associati al downtime. Inoltre, vi aiuteranno a gestire un disastro in modo più efficace.

Più della metà delle aziende ha sperimentato un downtime che è durato più di 8 ore nei cinque anni precedenti. Inoltre, solo il 2% delle aziende si è ripreso da un incidente di downtime in meno di un’ora. Pertanto, è essenziale avere un adeguato piano di disaster recovery e business continuity in atto. RTO e RPO sono elementi importanti di tale piano.

Cosa succede se si ignorano RTO e RPO?

  • Se si ignora l’RTO – la quantità di tempo necessaria per tornare operativi dopo un disastro – non si sarà in grado di gestire correttamente il downtime in futuro.
  • Se ignori l’RPO – la quantità di downtime accettabile durante un disastro – non raggiungerai i tuoi obiettivi di continuità aziendale. Questo potrebbe mettere in pericolo la vostra reputazione aziendale. Infatti, potreste perdere clienti se sperimentate un tempo di inattività eccessivo. I consumatori non saranno in grado di acquistare prodotti dal vostro negozio online o di contattarvi per domande.

“Con un piano di continuità aziendale, la vostra azienda avrà maggiori possibilità di rimanere competitiva e di ridurre al minimo la perdita di entrate e clienti”, dice l’Istituto assicurativo per la sicurezza delle imprese &. “Un piano solido e testato aumenta la fiducia dei clienti.”

La collaborazione con un professionista della continuità aziendale vi aiuterà a gestire efficacemente RTO e RPO. Un esperto utilizzerà le ultime tecnologie – backup in cloud, software di recupero dati, crittografia, ecc. – per ridurre al minimo gli eventi di downtime e proteggere i vostri dati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *