Impara a identificare e rottamare l’acciaio inossidabile

L’acciaio inossidabile è ovunque. È usato per fare lavandini, rubinetti e recentemente è diventato un materiale di superficie popolare per gli elettrodomestici nelle case di tutta l’America. L’acciaio inossidabile è una lega di acciaio che contiene cromo. Anche altri metalli, come il nichel, possono essere legati all’acciaio inossidabile, aggiungendo alla complessità di identificare l’acciaio inossidabile da altri tipi di rottami metallici.

Il cromo, che è comunemente chiamato cromo nel settore dei metalli, è abbastanza prezioso da solo. Tuttavia, è usato principalmente nella creazione di acciaio inossidabile perché aiuta il prodotto finito a resistere alla corrosione nel tempo. Viene anche usato come materiale di placcatura su parti metalliche, come automobili e motociclette, grazie alle sue proprietà brillanti e accattivanti.

Quanto vale l’acciaio inossidabile? Beh, è valutato molto di più di quello che riceveresti per i metalli ferrosi più comuni, quindi vale la pena di dedicare il tuo tempo e il tuo sforzo per determinare cosa hai prima di portarlo a vendere. Parte del riciclaggio dei rottami metallici è imparare a identificare i diversi metalli che hai per massimizzare i tuoi ritorni.

Magnetico e non magnetico
Si scoprirà, man mano che si acquisisce più esperienza nel riciclaggio dell’acciaio inossidabile a Falmouth, che questo metallo unico può essere magnetico o non magnetico. Questo rende difficile per le persone che sono nuove alla rottamazione identificarlo rispetto all’alluminio o ad altri metalli di scarto. La composizione della lega dell’acciaio inossidabile determina se è magnetico o non magnetico. Il cromo nega le proprietà magnetiche del nichel e del ferro, rendendo l’acciaio inossidabile non magnetico. Tre cose da sapere sull’acciaio inossidabile:

  • L’acciaio inossidabile che contiene nichel sarà talvolta magnetico.
  • Una lega fatta di nichel e cromo non sarà, nella maggior parte dei casi, magnetica.
  • Una lega fatta di nichel e rame anche non sarà magnetica nella maggior parte dei casi.

La confusione dell’alluminio
Anche per i rottamatori esperti, identificare l’acciaio inossidabile dall’alluminio può confondere – e imbarazzare quando si sbaglia. Ci sono un paio di test che possono essere fatti per essere sicuri. Non fatene solo uno. Se non sei sicuro al 100%, assicurati di farli tutti se il riciclaggio dell’acciaio inossidabile a Falmouth è il tuo obiettivo primario.

Test #1 – Prima colpisci il metallo con una calamita. Se si attacca all’oggetto, non sarà alluminio, ma molto probabilmente acciaio o un tipo speciale di acciaio inossidabile noto come grado 400. Questo dovrebbe essere il primo passo per identificare l’acciaio inossidabile da altri tipi di rottami metallici.

Test #2 – Il test della scintilla è qualcosa che ogni buon rottamatore dovrebbe sapere come fare. Se si macina un po’ dell’oggetto in questione su una mola e questo lancia un “bagliore” di scintille, allora è acciaio. Se non è magnetico ed emette scintille, l’oggetto è molto probabilmente fatto di un acciaio inossidabile della serie 300.

Test #3 – Controlla la ruggine dell’oggetto. L’alluminio non arrugginisce, ma l’acciaio inossidabile può arrugginire nel tempo in condizioni estreme. Se c’è ruggine, almeno sai che non hai alluminio quando ricicli l’acciaio inossidabile a Falmouth.

Test #4 – La densità dell’articolo è anche un indizio morto. Per esempio, il peso dell’alluminio è tipicamente tre volte o più leggero dell’acciaio inossidabile. Quindi, se l’articolo ha lo stesso peso dell’acciaio normale, ci sono buone probabilità che si tratti di acciaio inossidabile. Se è davvero leggero, probabilmente hai per le mani dell’alluminio.

Tipi più preziosi di acciaio inossidabile
Ora che hai identificato il tuo acciaio inossidabile dagli altri metalli di scarto, quanto vale l’acciaio inossidabile? Il modo migliore per determinarne il valore è contattare il tuo centro di riciclaggio di rottami metallici locale, come Mid City Scrap a Westport, MA. Mid City può darvi gli attuali tassi di mercato in modo da poter determinare se è un buon momento per vendere o meno. Alcuni rottamatori si siederanno su un mucchio di rottami metallici fino a quando il valore non salirà o porteranno rapidamente i loro rottami metallici quando i prezzi saranno più alti.

Il riciclaggio dell’acciaio inossidabile a Falmouth può essere un lavoro secondario molto redditizio o un’attività a tempo pieno, ma bisogna sapere quanto vale ogni tipo di acciaio inossidabile prima di investire troppo tempo nella raccolta. L’acciaio inossidabile non magnetico di solito vale un po’ di più dell’alluminio, ma molto dipenderà dal mercato attuale della domanda e dell’offerta.

I vari gradi di acciaio inossidabile vanno dalla serie 100 alla serie 600. La serie 400 è la più economica. Di solito non contiene nichel, il che lo rende magnetico e facile da identificare. La serie 300 è un tipo di acciaio inossidabile non magnetico ed è il tipo che si vede più comunemente nei depositi di rottami, ma ci sono variazioni di valore a seconda del grado effettivo. C’è circa il 18% di cromo e l’8% di nichel in un acciaio inossidabile di grado 304, che è il motivo per cui è comunemente noto come 18-8 nell’industria. Tuttavia, il grado 316 è composto da 16% di cromo, 10% di nichel e 2% di molibdeno, il che lo rende più prezioso del grado 304.

Per maggiori informazioni sui vari gradi di acciaio inossidabile, il valore e i consigli sul riciclaggio dell’acciaio inossidabile a Falmouth, visita Mid City Scrap Iron & Salvage a Westport. Puoi anche leggere e rivedere gli articoli e le informazioni pubblicate su questo sito web per preziosi consigli che possono aiutarti ad aumentare il tuo guadagno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *