Il fiume Volga, Russia

Perché salpare lungo il Volga

“Ogni paese ha il suo fiume nazionale e la Russia ha il Volga – il fiume più lungo d’Europa, la regina dei fiumi – e io sono stato uno dei tanti che sono andati ad inchinarsi a sua maestà il Volga” – scrisse una volta il famoso autore francese Alexandre Dumas.

Nessuno russo può sentire la parola “Volga” senza immaginarsi le ampie e placide acque del fiume, le graziose navi e i gabbiani d’avorio che si librano. Il posto della madre Volga nel cuore di ogni russo è assicurato e celebrato nella famosa canzone dei barcaioli del Volga, “Potente corrente così profonda e larga, Volga, Volga, il nostro orgoglio”.

Storia & Fatti

7000 anni fa, il corso inferiore del fiume era la culla della cultura indoeuropea. Da allora il Volga ha giocato un ruolo centrale nella storia e nel folklore russo. La grande ansa del fiume intorno a Samara fu il ritrovo del colorato bandito kazako del 17° secolo Stenka Razin, mentre le basse pianure furono la scena della ribellione di Pughachev, romanzata nel romanzo di Pushkin “La figlia del capitano”.

Oggi quasi 50 milioni di persone vivono nel bacino del Volga, un terzo della popolazione russa, e molte delle più grandi città della Russia chiamano le sue rive casa. Rimane una via di trasporto chiave, navigabile con l’aiuto di gigantesche chiuse e canali.

Lunghezza del fiume Volga

Sorgendo da una piccola sorgente nelle colline di Valdai a nord-ovest di Mosca, il fiume scorre verso sud-est in un grande arco di 3690 km prima di sfociare nel Mar Caspio. Anche se l’industrializzazione ha rovinato la sua chiarezza tradizionale, gran parte della sua lunghezza è coperta da una bellezza selvaggia senza pari. Il delta del Volga è un must per chiunque sia interessato alla fauna selvatica. Il suo clima paludoso è diventato un rifugio per castori, lontre e innumerevoli uccelli, dagli aironi alla grande aquila calva. Un altro must per gli amanti della natura è il Parco Nazionale dell’Ansa di Samara, famoso per le sue escursioni nei boschi e per le viste mozzafiato sul Volga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *