Il boss dei Gangster Disciples Larry Hoover cerca la riduzione della pena in base alla legge promossa da Kanye West

Quando Kanye West ha visitato la Casa Bianca nel 2018, ha ringraziato il presidente Donald Trump per aver sostenuto la legislazione che permette ai detenuti condannati per reati di droga di chiedere la riduzione della pena.

In quello stesso incontro, il rapper ha incoraggiato il presidente a commutare l’ergastolo di Larry Hoover, cofondatore dei Gangster Disciples, la famigerata gang di strada di Chicago.

Trump non ha commutato la pena di Hoover. Ma un paio di mesi dopo, il presidente ha firmato il disegno di legge che West stava proponendo, il First Step Act, permettendo al re della gang e ad altri di chiedere termini di detenzione più brevi.

Due degli ex luogotenenti della gang di Hoover sono già stati liberati secondo la legge.Il giudice distrettuale Harry Leinenweber, che quasi un quarto di secolo fa condannò Hoover all’ergastolo, sta considerando la sua richiesta per una nuova udienza di condanna secondo il First Step Act.

Hoover, 69 anni, ha co-fondato i GD alla fine del 1960. Fu mandato in una prigione di stato nel 1973, con una condanna a 200 anni per omicidio.

Mentre era nella prigione di stato, Hoover gestiva un business di droga da 100 milioni di dollari l’anno, secondo le autorità federali, che dicono che decine di migliaia di soldati delle gang hanno continuato a lavorare per Hoover a Chicago e in altre città, rispondendo infine a un consiglio di amministrazione in stile aziendale che Hoover guidava come presidente indiscusso.

Le guardie camminano lungo la recinzione della prigione federale di massima sicurezza di Florence, Colorado, dove Larry Hoover è detenuto.
Getty Images

Un’indagine federale ha portato alla condanna di Hoover per aver gestito un’impresa criminale. Condannato nel 1997 all’ergastolo, è detenuto nella prigione federale di massima sicurezza di Florence, Colorado, che ospita anche il signore della droga messicano Joaquin “El Chapo” Guzman Loera e Ted Kaczynski, “Unabomber.”

Secondo gli avvocati di Hoover, il First Step Act lo rende idoneo per una nuova udienza di condanna. Dicono che significa che può approfittare dei cambiamenti nella legge e nelle sentenze dei tribunali dalla sua condanna.

I procuratori federali hanno detto che, indipendentemente da ciò che la legge permette, Leinenweber ha ancora la discrezione di abbattere la richiesta di Hoover.

Se Hoover ottiene una nuova sentenza federale e viene rilasciato dalla prigione in Colorado, dovrà ancora scontare la sua condanna per omicidio con il Dipartimento di Correzione dell’Illinois. La sua data prevista per la libertà vigilata in quel caso è il 2 aprile 2064.

“Larry dovrebbe essere libero a causa della sua età e in virtù della legge”, dice Wallace “Gator” Bradley, un ex agente della GD e sostenitore di lunga data di Hoover. “Lasciatelo tornare a casa”

Ron Safer, un ex assistente del procuratore che ha aiutato a perseguire Hoover, chiama il First Step Act un “meraviglioso pezzo di legislazione” ma dice che sarebbe un “errore giudiziario” permettere a Hoover di beneficiarne.

“Applicarlo al leader di quella che allora era la più grande gang monolitica della nazione sarebbe una farsa”, dice Safer, ora in pratica privata. “E capovolgerebbe l’intento della legislazione. Larry Hoover ha fatto di più per incarcerare i giovani di Chicago che il Dipartimento di Polizia di Chicago. Ha corrotto i giovani. Ha pianificato la corruzione dei giovani della città di Chicago.”

Justin Moore, uno degli avvocati di Hoover, dice che Hoover ha passato circa un quarto di secolo alloggiato “sotto una montagna” nella “peggiore prigione di questo paese” con contatti limitati con i suoi cari. La prigione di stato sarebbe un posto migliore per lui, secondo Moore, che dice di aver visitato Hoover quasi 10 volte e lo descrive come un gentiluomo “di bassa statura” e “molto educato.”

“Ti fa pensare che c’è qualcosa di sbagliato nel nostro sistema penale”, dice.

Safer dice che Hoover è un “leader straordinariamente talentuoso e carismatico” e che “sarebbe una brutta cosa avere Larry Hoover di nuovo nel sistema statale.”

Larry Hoover.
File Sun-Times

L’ex socio numero 2 della gang di Hoover, Gregory “Shorty G” Shell, anche lui sta cercando una riduzione di pena in base al First Step Act. Nel 1997, Shell è stato condannato all’ergastolo in una prigione federale per aver preso parte ad un’impresa criminale continuata dal 1970 al 1995.

Shell ha precedentemente scontato la pena per una condanna di omicidio per aver ucciso una donna di 61 anni durante una rapina nel 1974. Negli anni ’90, Shell usciva con Sonia Irwin, una poliziotta di Chicago che ha usato i soldi dei GD per comprare un ristorante del South Side chiamato June’s Shrimp, che è diventato il club della gang di Shell, secondo i procuratori.

All’epoca, Hoover era ospitato in una prigione statale nel sud dell’Illinois, dove vedeva un flusso costante di visitatori.

Alla fine del 1993, i procuratori ottennero un ordine del tribunale per mettere un trasmettitore in un badge da visitatore dato ai leader della banda che vedevano Hoover. Hanno monitorato le conversazioni della cerchia ristretta di Hoover, permettendo loro di costruire un ampio caso contro i leader della banda.

Decine di membri della banda sono stati condannati nel processo federale.

I seguaci di Hoover dicono che è stato perseguito per fermare il suo movimento di miglioramento della comunità, che ha chiamato Growth and Development dalle iniziali della banda. Un’organizzazione politica affiliata chiamata 21st Century V.O.T.E. aveva presentato dei candidati alle elezioni.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Harry Leinenweber sulla panchina nel 2013.
Illustrazione AP

In agosto, William Edwards, uno dei leader dei GD condannati nel caso, ha ottenuto da Leinenweber una riduzione della pena detentiva secondo il First Step Act. La sua condanna a 100 anni è stata ridotta a 20 anni, ed è stato liberato.

“Se qualcuno non è castigato dalla prospettiva di diversi decenni in prigione, allora è improbabile che sarà dissuaso da qualsiasi tempo supplementare”, ha scritto Leinenweber. “La corte è convinta che Edwards possa vivere una vita rispettosa della legge dopo il rilascio”.

Edwards, 49 anni, ha supervisionato circa 600 membri dei Gangster Disciples prima di essere promosso al consiglio della banda, secondo i procuratori.

A novembre, Leinenweber ha ridotto l’ergastolo che aveva dato a Johnny “Crusher” Jackson, un altro luogotenente di Hoover, a 20 anni, e Jackson è stato fatto uscire di prigione.

Johnny Jackson.
Facebook

Jackson, 47 anni, era a capo dei GD nei grattacieli di edilizia popolare Robert Taylor, ora demoliti, lungo la Dan Ryan Expressway nel South Side. Era un membro del consiglio della banda e i procuratori hanno detto che ha visitato Hoover nella prigione di stato almeno 170 volte.

In una lettera a Leinenweber, Jackson ha detto: “Non sono certamente l’uomo che stava davanti a te in aula quasi due decenni fa quando mi hai condannato.”

Ha detto al giudice che suo figlio è stato ucciso a Chicago, e “è la mia speranza di evitare che altri sperimentino il destino che mi è stato consegnato come risultato dei miei errori o, ancora peggio, il destino che alla fine ha messo fine alla vita di mio figlio.”

Jackson ha fornito al giudice una lettera che il rappresentante degli Stati Uniti Bobby Rush, D-Illinois, ha scritto al presidente Barack Obama nel 2016 in un tentativo senza successo di far commutare la sentenza di Jackson.

Dopo che gli è stato detto che sarebbe stato libero, Jackson ha detto al giudice che aveva intenzione di trasferirsi in Texas, dove ha avuto un’offerta di lavoro in un centro ricreativo, lavorando con bambini e anziani, secondo gli atti del tribunale.

The Watchdogs

Il sindaco di Melrose Park Ronald Serpico ha usato un insulto razziale mentre rimproverava un residente in una riunione pubblica

The Watchdogs

Citando ‘l’eredità del razzismo ambientale,’ rapporto sollecita il Municipio a considerare la salute dei residenti del Southeast Side

The Watchdogs

Il cardinale Blase Cupich chiede dettagli sui preti dell’ordine abusivo ma non vuole pubblicare i risultati

Visualizza tutte le storie in The Watchdogs

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *