Fumo di seconda mano, fumo di terza mano e bambini

Fumo di seconda mano: cos’è?

Il fumo di seconda mano è composto da:

  • fumo “principale”, che il fumatore respira
  • fumo “laterale”, che fuoriesce dalla fine di una sigaretta accesa.

I bambini entrano più comunemente in contatto con il fumo passivo quando i loro genitori, familiari e amici di famiglia fumano.

La respirazione del fumo di seconda mano è talvolta nota come fumo passivo.

Fumo di terza mano: cos’è?

Il fumo di terza mano è il residuo di fumo che si deposita e rimane su quasi tutte le superfici della zona in cui qualcuno ha fumato, compresa la pelle, i capelli, i vestiti, i mobili e i pavimenti.

Questo significa che i neonati e i bambini sono ancora esposti alle tossine nocive delle sigarette, anche dopo che gli adulti hanno finito di fumare.

Non ci si può liberare del fumo di terza mano arieggiando le stanze, aprendo le finestre, usando ventilatori o condizionatori d’aria, o limitando il fumo ad alcune aree di una casa.

Perché il fumo passivo e il fumo di terza mano sono pericolosi per i bambini

Il fumo passivo e il fumo di terza mano sono pericolosi, specialmente per i neonati e i bambini.

Questo perché i neonati e i bambini hanno le vie respiratorie più piccole degli adulti, e le loro vie respiratorie si stanno ancora sviluppando. Inoltre, i neonati e i bambini hanno un sistema immunitario meno maturo degli adulti.

I neonati e i bambini piccoli passano anche molto tempo sul o vicino al pavimento e spesso si mettono le mani e i giocattoli in bocca. Questo significa che hanno più probabilità di inghiottire o respirare le tossine del fumo passivo rispetto ai bambini più grandi e agli adulti.

Rischi per la salute legati al fumo passivo

I bambini esposti al fumo passivo sono a maggior rischio di morte precoce e di malattie per varie cause.

Per esempio, il fumo passivo può compromettere la respirazione e la frequenza cardiaca del bambino, il che può metterlo a maggior rischio di morte improvvisa inaspettata nell’infanzia (SUDI). Se i genitori fumano durante la gravidanza e dopo che il loro bambino è nato, il rischio di SUDI del loro bambino aumenta. Più fumo passivo un bambino è esposto, più alto è il rischio di SUDI.

E se i bambini sono esposti al fumo passivo, possono avere gonfiore e irritazione nelle loro vie respiratorie. Hanno più probabilità degli altri bambini di sviluppare una serie di problemi di salute ai polmoni e di altro tipo. Questi problemi includono:

  • asma
  • bronchiolite
  • bronchite
  • cancro infantile, inclusa la leucemia
  • crewup
  • infezioni dell’orecchio
  • malattia meningococcica, inclusa la meningite e la setticemia
  • polmonite
  • tonsillite.

L’esposizione al fumo passivo e al fumo di terza mano può influenzare il cervello in via di sviluppo di un bambino perché il cervello è molto sensibile a quantità anche molto piccole di tossine.

I bambini con problemi di salute esistenti ai polmoni e altri sono ancora più a rischio a causa del fumo passivo e del fumo di terza mano.

I bambini che vivono in una famiglia dove uno o più adulti fumano devono andare dal medico più spesso. E la possibilità che inizino a fumare durante l’adolescenza raddoppia.

Proteggere tuo figlio dal fumo passivo e di terza mano

Il modo più importante per proteggere tuo figlio dal fumo passivo è smettere di fumare e sostenere gli altri adulti nella vita di tuo figlio a smettere.

Questo riduce l’esposizione di tuo figlio al fumo passivo e di terza mano. Se non sei ancora pronto a smettere, o se qualcun altro in casa tua fuma, ci sono ancora cose che puoi fare per ridurre l’esposizione di tuo figlio al fumo.

Una delle cose più importanti che puoi fare è assicurarti che nessuno fumi vicino a tuo figlio in casa o in macchina. Questo significa che dovrai fumare lontano da tuo figlio e che dovrai chiedere ad altri membri della famiglia, amici, assistenti e visitatori di fare lo stesso. Assicurati anche che nessuno fumi mai in uno spazio chiuso vicino a tuo figlio.

Potresti dover spiegare ad amici e familiari che il semplice soffiare il fumo lontano da tuo figlio non lo protegge dagli effetti nocivi del fumo.

Quando vai a trovare amici o lasci i bambini in custodia a qualcun altro, cerca di assicurarti che l’ambiente sia privo di fumo.

Non fumare mai in una macchina che trasporta bambini. Aprire il finestrino dell’auto non è sufficiente per evitare che il fumo colpisca i bambini. È illegale fumare in un’auto che trasporta un bambino di età inferiore ai 16-18 anni. Sarai multato se sarai sorpreso a fumare in un’auto che trasporta bambini.

L’unico modo per proteggere i bambini dal fumo di terza mano è avere una casa e un’auto senza fumo.

Prendi l’impegno che la tua casa e la tua auto saranno sempre libere dal fumo. Insistete che nessuno fumi intorno a vostro figlio. Ogni bambino ha il diritto di crescere in un ambiente senza fumo.

Farsi aiutare a smettere di fumare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *