Delfino

Potresti non renderti conto che i delfini sono strettamente legati alle balene. L’ordine scientifico, chiamato Cetacea, include delfini, balene e focene. La famiglia dei delfini Delphinidae ha 36 specie in tutto. A volte ci si può confondere, perché alcuni membri della famiglia dei delfini hanno la parola balena nel loro nome comune. Infatti, il delfino più grande è la balena assassina! A seconda della specie, i delfini hanno colori che vanno dal bianco, perla e rosa alle tonalità più scure del marrone, grigio, blu e nero.

Lo sfiatatoio di un delfino è visibile mentre nuota sulla superficie dell'oceano's blowhole is visible as it swims at the surface of the ocean
Un delfino è un mammifero e ha bisogno di respirare aria attraverso lo sfiatatoio, proprio come fanno le balene e le focene.

I delfini hanno pelle liscia, pinne e una pinna dorsale. Hanno un muso lungo e sottile con circa 100 denti e un corpo affusolato. L’unico sfiatatoio in cima alla testa ha un lembo che si apre per rivelare un paio di narici, che i delfini usano per respirare quando emergono in superficie.

Vi siete mai chiesti come fanno i delfini a dormire e a prendere aria per respirare allo stesso tempo? Sembrerebbe che se si addormentassero nell’oceano, affonderebbero, e poi non sarebbero in grado di respirare! Grazie alla loro struttura ossea e corporea, e alla loro capacità di trattenere più ossigeno nel loro corpo rispetto agli esseri umani, i delfini sono più galleggianti – galleggiano meglio. Quando dormono, non affondano. Piuttosto, galleggiano circa 25 centimetri sotto la superficie dell’acqua. Piccoli movimenti dei loro fluidi li spingono periodicamente verso la superficie in modo che possano respirare attraverso il loro sfiatatoio.

I delfini hanno un occhio su ogni lato della loro testa. Ogni occhio si muove indipendentemente dall’altro, così i delfini possono vedere davanti, di lato e dietro di loro. Possono anche vedere molto bene sia sott’acqua che sopra l’acqua. La loro visione fuori dall’acqua è buona come quella di un gatto o di un cane. I delfini che vivono nei fiumi hanno una visione molto meno sviluppata, probabilmente perché vivono in acque torbide dove una buona vista non li aiuterebbe.

I delfini usano dei clic per l’ecolocalizzazione e molti usano dei fischi per comunicare con gli altri membri del loro branco o gruppo. Oltre ai clic e ai fischi, i ricercatori hanno descritto i suoni dei delfini come urla, chiamate, gemiti, trilli, grugniti, squittii e persino il suono di una porta cigolante. I ricercatori del tursiope pensano che i clic lenti e i fischi acuti siano segni di appagamento, mentre gli stridii duri e bassi esprimono fastidio.

I loro fori delle orecchie sono minuscoli, circa la dimensione di una punta di pastello, ma i delfini hanno probabilmente il miglior udito del regno animale. Ricevono i suoni attraverso l’osso della mascella e la testa, e le vibrazioni passano nelle piccole ossa dell’orecchio interno.

Tutti i delfini emettono suoni che viaggiano sott’acqua, rimbalzano su qualcosa e poi ritornano ai delfini come eco. Questa sofisticata ecolocalizzazione permette ai delfini di trovare il cibo o di evitare i predatori, anche in acque scure o torbide. I delfini che vivono nei fiumi hanno un’eccellente ecolocalizzazione per pescare in acque fangose.

L’abilità naturale dei delfini di nuotare velocemente e saltare fuori dall’acqua è ciò che li rende così divertenti. Sono i più agili e veloci di tutti i mammiferi marini. Sono noti per viaggiare con le navi, saltando davanti alla prua e nuotando nella scia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *