Come si è arrivati a chiamare un cocktail?

Il 13 maggio 1806, il Balance and Columbian Repository di Hudson, New York, rispose alla domanda di un lettore sulla natura di un cocktail: “Il cocktail è un liquore stimolante, composto da alcolici di qualsiasi tipo, zucchero, acqua e amari – è volgarmente chiamato “sling bittered”. Il cocktail era nato, era stato definito, eppure non poteva essere molto conosciuto dal grande pubblico, o il giornale non l’avrebbe considerato un argomento adatto ad essere chiarito.

Da dove viene la parola cocktail? Ci sono molte risposte a questa domanda, e nessuna è davvero soddisfacente. Una delle mie storie preferite, però, proviene da The Booze Reader: A Soggy Saga of a Man in His Cups, di George Bishop: “La parola stessa deriva dall’inglese cock-tail che, a metà del 1800, si riferiva a una donna di facile virtù che era considerata desiderabile ma impura. La parola fu importata da inglesi espatriati e applicata in modo dispregiativo alla nuova abitudine americana di imbastardire il buon Gin britannico con sostanze estranee, incluso il ghiaccio. La scomparsa del trattino coincise con l’accettazione generale della parola e la sua riesportazione in Inghilterra nel suo significato attuale”. Naturalmente, questo non può essere vero dato che la parola è stata applicata a una bevanda prima della metà del 1800, ma è comunque divertente, e la definizione di “desiderabile ma impuro” si adatta perfettamente ai cocktail.

Una storia deliziosa, pubblicata nel 1936 nel Bartender, una pubblicazione britannica, racconta come ai marinai inglesi di “molti anni fa” venivano servite bevande miste in una taverna messicana. Le bevande erano mescolate con “la radice fine, sottile e liscia di una pianta che per la sua forma era chiamata Cola de Gallo, che in inglese significa ‘Cock’s tail'”. La storia continua dicendo che i marinai resero il nome popolare in Inghilterra, e da lì la parola si fece strada in America.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *