Cisplatino

Cisplatino è un farmaco chemioterapico. Potresti prenderlo come trattamento per diversi tipi di cancro.

Come funziona il cisplatino

Questo farmaco chemioterapico distrugge le cellule che si dividono rapidamente, come quelle del cancro.

Come si assume il cisplatino

Di solito si assume il cisplatino sotto forma di flebo nel flusso sanguigno (per via endovenosa).

Nel flusso sanguigno

Si può assumere il farmaco attraverso un tubicino sottile (una cannula) che entra in una vena del braccio ogni volta che si fa il trattamento.

Oppure si può avere attraverso una lunga linea: una linea centrale, una linea PICC o un Portacath.

Questi sono lunghi tubi di plastica che danno il farmaco in una grande vena nel tuo petto. Il tubo rimane in posizione per tutto il corso del trattamento.

Quando prendi il cisplatino

Di solito prendi il cisplatino in cicli di trattamento. Ogni ciclo dura da 3 a 4 settimane. Potresti prendere il cisplatino:

  • ogni 3 o 4 settimane
  • una volta alla settimana
  • ogni giorno per un periodo di 5 giorni, ogni 3 o 4 settimane

Potresti prendere il cisplatino da solo o in combinazione con altri trattamenti per il cancro come diversi farmaci chemioterapici o radioterapia.

Test

Fai degli esami del sangue prima e durante il trattamento. Controllano i tuoi livelli di cellule sanguigne e altre sostanze nel sangue. Controllano anche il funzionamento del tuo fegato e dei tuoi reni.

Effetti collaterali

Non abbiamo elencato tutti gli effetti collaterali. È molto improbabile che tu abbia tutti questi effetti collaterali, ma potresti averne alcuni allo stesso tempo.

Quanto spesso e quanto gravi sono gli effetti collaterali può variare da persona a persona. Dipendono anche da quali altri trattamenti stai facendo. Per esempio, i tuoi effetti collaterali potrebbero essere peggiori se stai prendendo anche altri farmaci o radioterapia.

Quando contattare il tuo team

Il tuo medico, infermiere o farmacista esaminerà i possibili effetti collaterali. Ti monitoreranno da vicino durante il trattamento e controlleranno come stai ai tuoi appuntamenti. Contatta la tua linea di consulenza il prima possibile se:

  • hai gravi effetti collaterali
  • i tuoi effetti collaterali non stanno migliorando
  • i tuoi effetti collaterali stanno peggiorando

Il trattamento precoce può aiutare a gestire meglio gli effetti collaterali.

Contatta immediatamente il tuo medico o infermiere se hai segni di infezione, compresa una temperatura superiore a 37,5C o inferiore a 36C.

Effetti collaterali comuni

Ognuno di questi effetti accade in più di 1 persona su 10 (10%). Potresti averne uno o più. Essi includono:

Rischio di infezione

L’aumento del rischio di contrarre un’infezione è dovuto al calo dei globuli bianchi. I sintomi includono un cambiamento di temperatura, dolori muscolari, mal di testa, sensazione di freddo e brividi e malessere generale. Potresti avere altri sintomi a seconda di dove si trova l’infezione.

Le infezioni a volte possono essere pericolose per la vita. Dovresti contattare urgentemente la tua linea di consulenza se pensi di avere un’infezione.

Inspirazione e pallore

Potresti essere senza fiato e sembrare pallido a causa di un calo dei globuli rossi. Questo si chiama anemia.

Bruciore, gengive sanguinanti o sangue dal naso

Questo è dovuto a un calo del numero di piastrine nel sangue. Queste cellule del sangue aiutano il sangue a coagularsi quando ci tagliamo. Potresti avere sangue dal naso o gengive sanguinanti dopo esserti lavato i denti. Oppure potresti avere molte piccole macchie rosse o lividi sulle braccia o sulle gambe (note come petecchie).

Stanchezza e debolezza (affaticamento)

Potresti sentirti molto stanco e come se ti mancasse l’energia.

Varie cose possono aiutarti a ridurre la stanchezza e ad affrontarla, per esempio l’esercizio fisico. Alcune ricerche hanno dimostrato che l’esercizio fisico leggero può dare più energia. È importante bilanciare l’esercizio fisico con il riposo.

Sentirsi o essere malati

Sentirsi o essere malati è di solito ben controllato con farmaci contro la malattia. Evitare cibi grassi o fritti, mangiare piccoli pasti e spuntini, bere molta acqua e tecniche di rilassamento possono essere d’aiuto.

È importante prendere le medicine contro la malattia come prescritto anche se non ci si sente male. È più facile prevenire la malattia piuttosto che trattarla una volta che è iniziata.

Perdita di appetito

Potresti perdere l’appetito per vari motivi quando stai facendo il trattamento del cancro. La malattia, i cambiamenti di gusto o la stanchezza possono farti perdere cibo e bevande.

Diarrea

Contatta la tua linea di consulenza se hai diarrea, ad esempio se hai avuto 4 o più cacche acquose (feci) in 24 ore. O se non riesci a bere per sostituire i liquidi persi. O se si protrae per più di 3 giorni.

Il tuo medico può darti una medicina contro la diarrea da portare a casa dopo il trattamento. Mangia meno fibre, evita frutta cruda, succhi di frutta, cereali e verdure, e bevi molto per rimpiazzare il liquido perso.

Modifiche all’udito

Potresti avere una perdita dell’udito, specialmente con i suoni alti. Potresti anche avere dei ronzii nelle orecchie (tinnito). Informi il medico o l’infermiere se nota dei cambiamenti.

Danni ai reni

Per aiutare a prevenire danni ai reni, è importante bere molta acqua. Potresti anche avere dei liquidi in vena prima, durante e dopo il trattamento. Hai degli esami del sangue prima dei trattamenti per controllare il funzionamento dei tuoi reni.

Temperatura alta (febbre)

Se hai una temperatura alta, fallo sapere subito al tuo team di assistenza sanitaria. Chiedi loro se puoi prendere del paracetamolo per aiutarti ad abbassare la temperatura.

Cambiamenti nei livelli di minerali nel sangue

Potresti avere dei cambiamenti nei livelli di minerali e sali nel tuo sangue, inclusi bassi livelli di sodio o alti livelli di acido urico (che causano la gotta). Durante il trattamento farai regolarmente degli esami del sangue per controllare questo.

Effetti collaterali occasionali

Ognuno di questi effetti si verifica in più di 1 persona su 100 (1%). Potresti averne uno o più. Essi includono:

  • problemi al cuore come battito cardiaco lento, veloce o irregolare
  • infiammazione intorno al sito di gocciolamento
  • problemi al polmone come difficoltà di respirazione e infiammazione del tessuto polmonare

Effetti collaterali rari

Ognuno di questi effetti accade in meno di 1 persona su 100 (1%). Potresti avere uno o più di loro. Essi includono:

  • un secondo cancro chiamato leucemia acuta
  • una reazione allergica che può causare un’eruzione cutanea, prurito o arrossamento della pelle
  • bassi livelli di magnesio nel sangue
  • fastidi (convulsioni)
  • numbness o formicolio nelle dita delle mani e dei piedi che può rendere difficile fare cose delicate come allacciare bottoni
  • problemi con il cervello che possono causare mal di testa, attacchi e confusione
  • un attacco di cuore
  • un sapore metallico in bocca
  • disturbi alla bocca e ulcere
  • bassi livelli di albumina nel tuo corpo che possono causare gonfiore e debolezza

Capire gli effetti collaterali

Abbiamo maggiori informazioni sugli effetti collaterali e consigli su come affrontarli.

Cos’altro devo sapere

Altri medicinali, cibi e bevande

I farmaci antitumorali possono interagire con alcuni altri medicinali e prodotti erboristici. Informi il medico o il farmacista di tutti i farmaci che sta assumendo. Questo include vitamine, integratori a base di erbe e rimedi da banco.

Contraccezione e gravidanza

Questo trattamento può danneggiare un bambino che si sviluppa nell’utero. È importante non rimanere incinta o generare un bambino durante il trattamento e per almeno 6 mesi dopo. Parli con il suo medico o infermiere di una contraccezione efficace prima di iniziare il trattamento.

Perdita di fertilità

Potrebbe non essere in grado di rimanere incinta o avere un figlio dopo il trattamento con questo farmaco. Parli con il suo medico prima di iniziare il trattamento se pensa di voler avere un bambino in futuro.

Gli uomini potrebbero essere in grado di conservare lo sperma prima di iniziare il trattamento. E le donne potrebbero essere in grado di conservare uova o tessuto ovarico. Ma questi servizi non sono disponibili in tutti gli ospedali, quindi dovrete chiedere al vostro medico.

Allattamento

Non allattare durante questo trattamento perché il farmaco potrebbe passare nel latte materno.

Trattamento per altre condizioni

Dichiara sempre agli altri medici, infermieri, farmacisti o dentisti che stai facendo questo trattamento se hai bisogno di un trattamento per qualsiasi altra cosa, compresi i problemi ai denti.

Immunizzazioni

Non fare immunizzazioni con vaccini vivi durante il trattamento e fino a 12 mesi dopo. La lunghezza del tempo dipende dal trattamento che stai facendo. Chiedi al tuo medico o farmacista per quanto tempo dovresti evitare le vaccinazioni vive.

Nel Regno Unito, i vaccini vivi includono rosolia, parotite, morbillo, BCG, febbre gialla e il vaccino contro l’herpes zoster (Zostavax).

Puoi:

  • fare altri vaccini, ma potrebbero non darti la stessa protezione del solito
  • fare il vaccino antinfluenzale (come iniezione)

Contatto con altre persone che hanno avuto vaccinazioni – Puoi essere in contatto con altre persone che hanno fatto iniezioni di vaccini vivi. Evitare il contatto ravvicinato con persone che hanno recentemente avuto vaccini vivi presi per bocca (vaccini orali) come il vaccino orale contro il tifo.

Se il vostro sistema immunitario è gravemente indebolito, si dovrebbe evitare il contatto con i bambini che hanno avuto il vaccino influenzale come spray nasale. Questo per 2 settimane dopo la loro vaccinazione.

I bambini hanno il vaccino del rotavirus vivo. Il virus è nella cacca del bambino per circa 2 settimane e potrebbe farvi ammalare se la vostra immunità è bassa. Chiedete a qualcun altro di cambiargli i pannolini durante questo periodo, se potete. Se questo non è possibile, si lavi bene le mani dopo avergli cambiato il pannolino.

Più informazioni su questo trattamento

Per ulteriori informazioni su questo trattamento vada sul sito web electronic Medicines Compendium (eMC).

Può segnalare qualsiasi effetto collaterale alla Medicines Health and Regulatory Authority (MHRA) come parte del loro Yellow Card Scheme.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *