Cancro

Il cancro è un termine generico per un ampio gruppo di malattie che possono colpire qualsiasi parte del corpo. Altri termini usati sono tumori maligni e neoplasie. Una caratteristica che definisce il cancro è la rapida creazione di cellule anormali che crescono oltre i loro confini abituali, e che possono poi invadere parti adiacenti del corpo e diffondersi in altri organi, quest’ultimo processo è chiamato metastasi. Le metastasi sono una delle principali cause di morte per cancro.

Il problema

Il cancro è una delle principali cause di morte nel mondo, con una stima di 9,6 milioni di morti nel 2018. I tumori più comuni sono:

Le cause più comuni di morte per cancro sono i tumori di:

  • Polmone (1.76 milioni di morti)
  • Colorettale (862 000 morti)
  • Stomaco (783 000 morti)
  • Fegato (782 000 morti)
  • Petto (627 000 morti)

Cosa causa il cancro?

Il cancro nasce dalla trasformazione di cellule normali in cellule tumorali in un processo a più stadi che generalmente progredisce da una lesione precancerosa a un tumore maligno. Questi cambiamenti sono il risultato dell’interazione tra i fattori genetici di una persona e 3 categorie di agenti esterni, tra cui:

  • cancerogeni fisici, come le radiazioni ultraviolette e ionizzanti;
  • cancerogeni chimici, come l’amianto, i componenti del fumo di tabacco, l’aflatossina (un contaminante alimentare) e l’arsenico (un contaminante dell’acqua potabile); e
  • cancerogeni biologici, come le infezioni da certi virus, batteri o parassiti.

L’OMS, attraverso la sua agenzia di ricerca sul cancro, International Agency for Research on Cancer (IARC), mantiene una classificazione degli agenti cancerogeni.

L’invecchiamento è un altro fattore fondamentale per lo sviluppo del cancro. L’incidenza del cancro aumenta drammaticamente con l’età, molto probabilmente a causa di un accumulo di rischi per tumori specifici che aumentano con l’età. L’accumulo complessivo del rischio è combinato con la tendenza dei meccanismi di riparazione cellulare ad essere meno efficaci man mano che una persona invecchia.

Fattori di rischio per il cancro

L’uso di tabacco, l’uso di alcol, una dieta non sana e l’inattività fisica sono i principali fattori di rischio di cancro in tutto il mondo e sono anche i 4 fattori di rischio condivisi per altre malattie non trasmissibili.

Alcune infezioni croniche sono fattori di rischio per il cancro e hanno grande rilevanza nei paesi a basso e medio reddito. Circa il 15% dei tumori diagnosticati nel 2012 sono stati attribuiti a infezioni cancerogene, tra cui Helicobacter pylori, papillomavirus umano (HPV), virus dell’epatite B, virus dell’epatite C e virus di Epstein-Barr3.

Il virus dell’epatite B e C e alcuni tipi di HPV aumentano il rischio di cancro al fegato e alla cervice, rispettivamente. L’infezione da HIV aumenta sostanzialmente il rischio di tumori come il cancro al collo dell’utero.

Ridurre l’onere del cancro

Tra il 30-50% dei tumori può attualmente essere prevenuto evitando i fattori di rischio e implementando le strategie di prevenzione esistenti basate sull’evidenza. L’onere del cancro può anche essere ridotto attraverso la diagnosi precoce del cancro e la gestione dei pazienti che sviluppano il cancro. Molti tumori hanno un’alta possibilità di guarigione se diagnosticati precocemente e trattati adeguatamente.

Modificare ed evitare i fattori di rischio

Modificare o evitare i principali fattori di rischio può ridurre significativamente il carico del cancro. Questi fattori di rischio includono:

  • uso di tabacco, comprese sigarette e tabacco senza fumo
  • essere in sovrappeso o obesi
  • dieta non sana con basso consumo di frutta e verdura
  • mancanza di attività fisica
  • uso di alcol
  • infezione da HPV-infezione
  • infezione da epatite o altre infezioni cancerogene
  • radiazioni ionizzanti e ultraviolette
  • inquinamento atmosferico urbano
  • fumo interno da uso domestico di combustibili solidi.

L’uso del tabacco è il singolo fattore di rischio più importante per il cancro ed è responsabile di circa il 22% delle morti per cancro a livello globale2.

Percorrere strategie di prevenzione

Per prevenire il cancro, le persone possono:

  • aumentare la prevenzione dei fattori di rischio sopra elencati;
  • vaccinarsi contro l’HPV e il virus dell’epatite B;
  • controllare i rischi professionali;
  • ridurre l’esposizione alle radiazioni ultraviolette;
  • ridurre l’esposizione alle radiazioni ionizzanti (imaging professionale o diagnostica medica).

La vaccinazione contro questi virus HPV ed epatite B potrebbe prevenire 1 milione di casi di cancro ogni anno3.

Rilevazione precoce

La mortalità del cancro può essere ridotta se i casi vengono rilevati e trattati precocemente. Ci sono 2 componenti della diagnosi precoce:

Diagnosi precoce

Se identificato precocemente, il cancro ha maggiori probabilità di rispondere ad un trattamento efficace e può risultare in una maggiore probabilità di sopravvivenza, meno morbilità e un trattamento meno costoso. La diagnosi precoce consiste in 3 fasi che devono essere integrate e fornite in modo tempestivo:

  • consapevolezza e accesso alle cure
  • valutazione clinica, diagnosi e stadiazione
  • accesso al trattamento.

La diagnosi precoce è rilevante in tutte le impostazioni e per la maggior parte dei tumori. In assenza di una diagnosi precoce, i pazienti vengono diagnosticati in fasi tardive quando il trattamento curativo può non essere più un’opzione. I programmi possono essere progettati per ridurre i ritardi e le barriere alle cure, permettendo ai pazienti di accedere al trattamento in modo tempestivo.

Screening

Lo screening ha lo scopo di identificare gli individui con anomalie suggestive di uno specifico cancro o pre-cancro che non hanno sviluppato alcun sintomo e indirizzarli prontamente alla diagnosi e al trattamento.

I programmi di screening possono essere efficaci per alcuni tipi di cancro quando vengono usati test appropriati, implementati efficacemente, collegati ad altre fasi del processo di screening e quando la qualità è garantita. In generale, un programma di screening è un intervento di salute pubblica molto più complesso rispetto alla diagnosi precoce.

Esempi di metodi di screening sono:

  • ispezione visiva con acido acetico (VIA) per il cancro cervicale in ambienti a basso reddito;
  • testHPV per il cancro cervicale;
  • test citologico PAP per il cancro cervicale in ambienti a medio e alto reddito; e
  • screening mammografico per il cancro al seno in ambienti con sistemi sanitari forti o relativamente forti.

Trattamento

Una corretta diagnosi di cancro è essenziale per un trattamento adeguato ed efficace perché ogni tipo di cancro richiede un regime di trattamento specifico che comprende una o più modalità come la chirurgia, la radioterapia e la chemioterapia. Determinare gli obiettivi del trattamento e delle cure palliative è un primo passo importante, e i servizi sanitari dovrebbero essere integrati e incentrati sulle persone. L’obiettivo primario è generalmente quello di curare il cancro o di prolungare considerevolmente la vita. Migliorare la qualità della vita del paziente è anche un obiettivo importante. Questo può essere raggiunto attraverso le cure di supporto o palliative e il sostegno psicosociale.

Potenziale di guarigione tra i tumori individuabili precocemente

Alcuni dei tipi di cancro più comuni, come il cancro al seno, il cancro cervicale, il cancro orale e il cancro colorettale hanno alti tassi di guarigione se individuati precocemente e trattati secondo le migliori pratiche.

Potenziale di guarigione di alcuni altri tipi di cancro

Alcuni tipi di cancro, anche quando le cellule cancerose hanno viaggiato in altre aree del corpo, come il seminoma testicolare e le leucemie e i linfomi nei bambini, possono avere alti tassi di guarigione se viene fornito un trattamento adeguato.

Cure palliative

Le cure palliative sono trattamenti per alleviare, piuttosto che curare, i sintomi causati dal cancro e migliorare la qualità della vita dei pazienti e delle loro famiglie. Le cure palliative possono aiutare le persone a vivere più comodamente. Si tratta di un bisogno umanitario urgente per le persone affette da cancro e da altre malattie croniche mortali in tutto il mondo ed è particolarmente necessario in luoghi con un’alta percentuale di pazienti in stadi avanzati di cancro dove ci sono poche possibilità di guarigione.

Il sollievo dai problemi fisici, psicosociali e spirituali può essere ottenuto in oltre il 90% dei pazienti con cancro avanzato attraverso le cure palliative.

Strategie per le cure palliative

Efficaci strategie di salute pubblica, che comprendono l’assistenza comunitaria e domiciliare, sono essenziali per fornire sollievo dal dolore e cure palliative ai pazienti e alle loro famiglie in contesti con poche risorse.

Migliorare l’accesso alla morfina orale è obbligatorio per il trattamento del dolore da cancro moderato a grave, sofferto da oltre l’80% dei pazienti oncologici in fase terminale.

Risposta dell’OMS

Nel 2017, l’Assemblea Mondiale della Sanità ha approvato la risoluzione Cancer Prevention and Control through an Integrated Approach (WHA70.12) sollecita i governi e l’OMS ad accelerare l’azione per raggiungere gli obiettivi specificati nel Piano d’azione globale e nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile per ridurre la mortalità prematura da cancro.

  • WHA70.12: Prevenzione e controllo del cancro nel contesto di un approccio integrato
  • Piano d’azione globale per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili 2013-2020

L’OMS e lo IARC collaborano con altre organizzazioni delle Nazioni Unite all’interno della task force interagenzie delle Nazioni Unite per la prevenzione e il controllo delle malattie non trasmissibili e i partner per:

  • aumentare l’impegno politico per la prevenzione e il controllo del cancro;
  • coordinare e condurre ricerche sulle cause del cancro umano e sui meccanismi della carcinogenesi;
  • monitorare il carico del cancro (come parte del lavoro dell’Iniziativa Globale sui Registri del Cancro);
  • identificare i “best buys” e altre strategie prioritarie ed economicamente vantaggiose per la prevenzione e il controllo del cancro;
  • sviluppare standard e strumenti per guidare la pianificazione e l’attuazione di interventi di prevenzione, diagnosi precoce, screening, trattamento e cure palliative e di sopravvivenza, compresi i tumori infantili;
  • rafforzare i sistemi sanitari a livello nazionale e locale per fornire cure e assistenza ai malati di cancro, compreso il miglioramento dell’accesso ai trattamenti per il cancro;
  • definire l’agenda per la prevenzione e il controllo del cancro nel Rapporto globale sul cancro;
  • fornire leadership globale e assistenza tecnica per sostenere i governi e i loro partner a costruire e sostenere programmi di alta qualità per il controllo del cancro cervicale attraverso il Programma congiunto globale delle Nazioni Unite sulla prevenzione del cancro cervicale;

fornire assistenza tecnica per un rapido ed efficace trasferimento di interventi di buone pratiche ai paesi.

(1) Ferlay J, Soerjomataram I, Ervik M, Dikshit R, Eser S, Mathers C et al. GLOBOCAN 2012 v1.0, Cancer Incidence and Mortality Worldwide: IARC CancerBase No. 11
Lione, Francia: International Agency for Research on Cancer; 2013.

(2) GBD 2015 Risk Factors Collaborators. Valutazione globale, regionale e nazionale del rischio comparativo di 79 rischi comportamentali, ambientali e professionali e metabolici o gruppi di rischi, 1990-2015: un’analisi sistematica per il Global Burden of Disease Study 2015. Lancet. 2016 Oct; 388 (10053):1659-1724.

(4) Stewart BW, Wild CP, editors. Rapporto mondiale sul cancro 2014
Lione: International Agency for Research on Cancer; 2014.

(5) Global Initiative for Cancer Registry Development. Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro
Lione: Francia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *