Allergia alle noci e alle arachidi

  • Dimensione del testo più grandeDimensione del testo grandeDimensione del testo regolare

Cosa sono le allergie alle arachidi e alle noci?

Le arachidi sono tra gli alimenti più comuni che causano allergie, e spesso si trovano in cose che non ti aspetteresti. Prendiamo il chili, per esempio: Può essere addensato con arachidi macinate.

Le arachidi non sono in realtà una vera noce; sono un legume (nella stessa famiglia di piselli e lenticchie). Ma le proteine delle arachidi hanno una struttura simile a quella delle noci. Per questo motivo, le persone che sono allergiche alle arachidi possono essere allergiche anche alla frutta secca, come mandorle, noci del Brasile, noci, nocciole, noci macadamia, pistacchi, noci pecan e anacardi.

A volte le persone superano alcune allergie alimentari col tempo (come quelle al latte, alle uova, alla soia e al grano), ma le allergie alle arachidi e alla frutta secca durano tutta la vita in molte persone.

Cosa succede con un’allergia alle noci o alle arachidi?

Quando qualcuno ha un’allergia alle noci, il sistema immunitario del corpo, che normalmente combatte le infezioni, reagisce eccessivamente alle proteine della noce. Se la persona mangia qualcosa che contiene la noce, il corpo pensa che queste proteine siano invasori nocivi e risponde lavorando molto duramente per combattere l’invasore. Questo provoca una reazione allergica.

Anche una piccola quantità di proteine di arachidi o noci può provocare una reazione. Ma le reazioni allergiche dovute alla respirazione di piccole particelle di noci o arachidi sono rare. Questo perché il cibo di solito deve essere mangiato per causare una reazione. La maggior parte degli alimenti che contengono arachidi non permettono alla proteina di fuoriuscire nell’aria abbastanza da causare una reazione. E anche solo l’odore degli alimenti che contengono arachidi non ne provoca una, perché il profumo non contiene la proteina.

Quali sono i segni & Sintomi di un’allergia alle noci?

Quando qualcuno con un’allergia alle arachidi o ai noccioli ha qualcosa che contiene noci, il corpo rilascia sostanze chimiche come

istamina

.

Questo può causare sintomi come:

  • stanchezza
  • fatica a respirare
  • tosse
  • starnuti
  • orecchio
  • stringimento della gola
  • mal di stomaco
  • vomito
  • diarrea
  • prurito, lacrimazione, o gonfiore agli occhi
  • orticaria
  • gonfiore
  • diminuzione della pressione sanguigna
  • capogiri o svenimenti
  • ansia o la sensazione che stia succedendo qualcosa di brutto

Le reazioni agli alimenti, come arachidi e noci, possono essere diverse. Tutto dipende dalla persona – e a volte la stessa persona può reagire in modo diverso in momenti diversi.

Come viene trattata una reazione allergica?

Un’allergia alle noci a volte può causare una reazione grave chiamata anafilassi. L’anafilassi può iniziare con alcuni degli stessi sintomi di una reazione meno grave, ma può peggiorare rapidamente. La persona può avere problemi di respirazione o svenire. Più di una parte del corpo potrebbe essere coinvolta. Se non viene trattata, l’anafilassi può essere pericolosa per la vita.

Se tuo figlio ha un’allergia alle arachidi o alle noci (o qualsiasi tipo di allergia alimentare grave), il medico vorrà che lui o lei porti con sé un autoiniettore di epinefrina in caso di emergenza.

Un autoiniettore di epinefrina è una medicina da prescrizione che viene fornita in un contenitore piccolo e facile da trasportare. È facile da usare. Il vostro medico vi mostrerà come fare. Ai bambini che sono abbastanza grandi si può insegnare come fare l’iniezione da soli. Se portano l’epinefrina, dovrebbe essere nelle vicinanze, non lasciata in un armadietto o nell’ufficio dell’infermiera.

Dovunque si trovi vostro figlio, chi si prende cura di lui dovrebbe sempre sapere dove si trova l’epinefrina, avere facile accesso ad essa e sapere come fare l’iniezione. Il personale della scuola di tuo figlio dovrebbe sapere dell’allergia e avere un piano d’azione in atto. Le medicine di tuo figlio devono essere sempre accessibili.

Foglio di istruzioni per le reazioni allergiche

Ogni secondo conta in una reazione allergica. Se tuo figlio inizia ad avere sintomi allergici gravi, come gonfiore della bocca o della gola o difficoltà di respirazione, dai subito l’autoiniettore di epinefrina. Dagliela subito anche se i sintomi coinvolgono due diverse parti del corpo, come l’orticaria con il vomito. Poi chiama il 911 e porta tuo figlio al pronto soccorso. Tuo figlio deve essere sotto controllo medico perché anche se il peggio sembra essere passato, può verificarsi una seconda ondata di sintomi gravi.

Vivere con l’allergia alle arachidi o ai dadi

Se i test cutanei mostrano che tuo figlio è allergico alle arachidi o ai dadi, un

allergologo

fornirà le linee guida su cosa fare.

Il modo migliore per prevenire una reazione è evitare arachidi e noci. Evitare queste noci significa più che semplicemente non mangiarle. Significa anche non mangiare cibi che potrebbero contenere noccioline o arachidi come ingredienti.

Il modo migliore per essere sicuri che un cibo sia senza noccioline è leggere l’etichetta del cibo. I produttori di alimenti venduti negli Stati Uniti devono dichiarare sulle loro etichette se gli alimenti contengono arachidi o noci. Controllate prima la lista degli ingredienti.

Dopo aver controllato la lista degli ingredienti, cercate sull’etichetta frasi come queste:

  • “può contenere noccioline”
  • “prodotto su attrezzature condivise con noccioline o arachidi”

Anche se questi cibi potrebbero non usare ingredienti a base di noccioline, le avvertenze sono lì per far sapere che potrebbero contenere tracce di noccioline. Questo può accadere attraverso la “contaminazione incrociata”, quando i dadi entrano in un prodotto alimentare perché è fatto o servito in un luogo che utilizza i dadi in altri alimenti. I produttori non sono tenuti a elencare le arachidi o i frutti a guscio sull’etichetta quando potrebbe esserci una contaminazione incrociata accidentale, ma molti lo fanno.

Alcuni degli alimenti più a rischio per le persone con allergia alle arachidi o ai frutti a guscio includono:

  • Biscotti e prodotti da forno. Anche se i prodotti da forno non contengono ingredienti a base di noci, potrebbero essere entrati in contatto con arachidi o noci attraverso una contaminazione incrociata. A meno che non si sappia esattamente cosa è entrato in un alimento e dove è stato prodotto, è più sicuro evitare biscotti e altri prodotti da forno acquistati in negozio o in panetteria.
  • Caramelle. Le caramelle fatte da piccoli panifici o produttori (o quelle fatte in casa) possono contenere noci come ingrediente nascosto. Il piano più sicuro è quello di mangiare solo caramelle fatte da grandi produttori le cui etichette mostrano che sono sicure.
  • Gelato. Sfortunatamente, la contaminazione incrociata è comune nelle gelaterie a causa delle palline condivise. È anche una possibilità nelle gelaterie di soft-serve, crema pasticcera, acqua ghiacciata e yogurt, perché le stesse macchine e gli stessi utensili sono spesso usati per molti gusti diversi. Invece, fai come faresti per le caramelle: Comprate le vaschette di gelato al supermercato e assicuratevi che siano fatte da un grande produttore e che le etichette indichino che sono sicure.
  • Cucina asiatica, africana e altre. I cibi africani e asiatici (specialmente tailandesi, cinesi e indiani) contengono spesso arachidi o noci. Anche i cibi messicani e mediterranei possono usare noci, quindi il rischio di contaminazione incrociata è alto con questi cibi.
  • Salse. Molti cuochi usano le arachidi o il burro di arachidi per addensare il chili e altre salse.

Siate sempre prudenti. Anche se tuo figlio ha mangiato un alimento in passato, i produttori a volte cambiano i loro processi – per esempio, cambiando i fornitori con un’azienda che usa attrezzature condivise con le noci. E due alimenti che sembrano uguali potrebbero avere differenze nella loro produzione. Poiché gli ingredienti possono cambiare, è importante leggere l’etichetta ogni volta, anche se l’alimento era sicuro in passato.

Che altro dovrei sapere?

Per aiutare a ridurre il contatto con gli allergeni delle noci e la possibilità di reazioni in qualcuno con un’allergia alle arachidi o alle noci:

  • Se tieni arachidi e noci in casa, fai attenzione alla contaminazione incrociata che può avvenire con utensili e pentole. Per esempio, assicurati che il coltello che usi per fare i panini al burro di arachidi non sia usato per preparare il cibo per un bambino allergico alle noci, e che il pane alle noci non sia tostato nello stesso tostapane di altri tipi di pane.
  • Non servire cibi cucinati che non hai preparato tu stesso, o qualsiasi cosa con una lista sconosciuta di ingredienti.
  • Informa dell’allergia chiunque maneggi il cibo che mangia tuo figlio, dai camerieri e le cameriere al personale della mensa a scuola. Se il gestore o il proprietario di un ristorante non si sente a suo agio con la tua richiesta di preparare cibo senza arachidi o noci, non mangiare lì.
  • Considera di preparare il pranzo scolastico di tuo figlio, così come spuntini e dolcetti da portare a feste, appuntamenti di gioco, pigiama party, eventi scolastici e altre uscite.
  • Lavora con il supervisore o il preside della scuola per assicurarti che il piano d’azione d’emergenza per le allergie alimentari fornito dal tuo allergologo sia seguito correttamente.
  • Tieni l’epinefrina sempre accessibile – non nel vano portaoggetti della tua auto, ma con te. I secondi contano durante un episodio di anafilassi.

Un po’ di preparazione e prevenzione può aiutare a fare in modo che l’allergia di tuo figlio non interferisca con una vita quotidiana felice e sana.

Recensione di: Magee Defelice, MD
Data di revisione: Agosto 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *